ricerca testuale:

Cerca:

Scegli periodo:

dal al

scegli temi:

Visualizza immagini: Seite 1 2

19 immagini trovate, vengono visualizzate le immagini dal numero 1 al numero 10

ca. 1950 La scultura era diventata una importante fonte di sostentamento. D'estate con il bel tempo si lavorava anche all'aperto, come qui la famiglia Linder (Culac).Fam. Franz Linder (Col da Messa)
1952 Tempo permettendo si scolpiva anche all'aperto. Da sinistra: Josef Insam (Mulins), Cristina Insam (Mulins) e Franz Demetz.Fam. Demetz (Mulins)
ca. 1930 Josef Insam (Mulins) mentre scolpiva.Fam. Demetz (Mulins)
1926 La scuola d'arte al Plan da Tieja.Fam. Engl Runggaldier (Valternea)
ca. 1930 La scuola d'arte al Plan da Tieja: una classe a lezione di scultura con l'insegnante Luis Senoner de Ronch (sulla destra).Engl Runggaldier (Valternea)
1926 La scuola professionale al Plan da Tieja: scolpire il legno era un lavoro adatto anche alle donne, sia nubili che sposate, perché potevano svolgerlo anche a casa.Engl Runggaldier (Valternea)
Cristina Lardschneider Vinatzer (Scimon).Hugo Vinatzer (Scimon)
ca. 1888 Nella stube di Sabedin si scolpiscono piccole statue di animali.Fam. Rudi Ploner (Scimenon)
ca. 1890 Marianna Senoner (Iana da Scimenon) dipinge statuette in legno.Fam. Rudi Ploner (Scimenon)
ca. 1930 Agnes e Stina Insam (Urgrister) mentre stanno scolpendo.Fam. Eugen Demetz (Ruacia)

Seite 1 2
www.fotosantacristina.it utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l'uso dei cookies.Autorizzo